GuadagniSoldi

Trovare lavoro online: qualche trucco!

Al giorno d’oggi trovare lavoro online è diventata quasi la prassi. Con un grande numero di contatti e di annunci a disposizione è possibile estendere la propria ricerca. È necessario però conoscere qualche trucco e sito particolare da cui iniziare.

In questa piccola guida cercheremo di aiutarti a sfruttare meglio queste possibilità!

Trovare lavoro online: CV e lettere

Prima di iscriverti ai siti di ricerca di lavoro è fondamentale scrivere un ottimo curriculum e raccogliere qualche lettera, sia di presentazione che di referenza.

Devi partire proprio da qui? Prova a leggere questo articolo

Le lettere sono altrettanto fondamentali. Distinguiamole in due gruppi:

  • Quelle di precedenti datori di lavoro. In una lettera di referenze è necessario sottolineare i punti di forza della tua esperienza.
  • Quelle scritte da sè. Se scrivi una lettera di presentazione concentrati sui motivi per cui vuoi proporti proprio a quell’azienda. Informati sempre prima sui precedenti progetti per avere qualche spunto di conversazione al colloquio.
trovare lavoro online

Linkedin

Per trovare lavoro online LinkedIn è un ottimo punto di partenza. L’interfaccia sembra non molto intuitiva, ma basta conoscerla un po’ per utilizzarla al meglio. Completa ogni sezione del tuo profilo per dare un quadro chiaro della tua formazione ed esperienza. Aggiungi tutti i contatti che conosci: ti sarà molto utile per mettere in mostra il tuo profilo!

Consulta sempre la sezione annunci: è qui che vengono pubblicate le offerte di lavoro. Puoi anche attivare un pratico alert per le proposte nella tua città o nel tuo settore. L’applicazione così ti notificherà la pubblicazione di nuovi annunci.

A seconda dell’azienda offerente sarà possibile candidarti direttamente con il tuo profilo Linkedin, oppure con un sito esterno in cui caricare il CV.

Indeed

Indeed è un’applicazione più tradizionale per trovare lavoro online. Il profilo da creare è simile a quello di Linkedin, e anche la notifica dei nuovi annunci. Al contrario del primo però, non è un social network: non ti permette di creare nuovi legami e connessioni. La quantità di annunci pubblicati su Indeed è però maggiore, specie per le professioni non molto specialistiche. Tienilo dunque in considerazione in ogni caso: potresti trovare proprio lì qualche spunto!

trovare lavoro online

Glassdoor

Glassdoor è uno dei siti per trovare lavoro online più diffusi negli Stati Uniti e in Canada. Si rivolge sia ai dipendenti che ai freelancer. Se vorresti aumentare il tuo parco clienti o stai pensando di traslocare non sottovalutare le sue potenzialità!

La funzione più utile di Glassdoor? Sicuramente le recensioni sulle aziende. I dipendenti possono, anonimamente, pubblicare una recensione sul sito parlando della propria esperienza. Leggere i feedback di altri utenti è sempre un’ottima idea per selezionare le proposte più interessanti.

Cerca di essere critico nella lettura: il racconto potrebbe essere stato un po’ esagerato per motivi di risentimento. Ma se noti molte critiche simili, a breve distanza di tempo, dovresti sospettare di non essere di fronte ad un’azienda di qualità.

Facebook

Per trovare lavoro online non puoi sottovalutare il padre di tutti i social: Facebook! Iscriviti a gruppi di ricerca e annunci di lavoro, oltre che a pagine che parlano del tuo settore. Le prime ti saranno utili a cercare nuovi annunci; le seconde a creare una rete di contatti più salda.

Attenzione però alle truffe: Linkedin e Indeed possono controllare più attivamente la qualità degli annunci pubblicati. È dunque più raro che si verifichino episodi di annunci truffaldini. Su Facebook il controllo è più blando, quindi prima di accettare chiedi sempre tutte le informazioni!

Per i freelancer: upwork.com e freelancer.com

Svolgi un lavoro da freelancer e vorresti aumentare il numero dei tuoi clienti e fornitori? Oppure hai un’azienda e hai bisogno di nuovi collaboratori?

Potresti provare a puntare su upwork.com e freelancer.com! Questi due siti funzionano in modo simile: i freelancer disponibili creano un profilo dettagliato. Inseriscono dunque il proprio compenso, per ragioni di trasparenza. Poi, possono candidarsi sugli annunci forniti e prendere contatti con il cliente.

Bisogna tenere sempre a mente due questioni:

  1. Questi siti prelevano una percentuale sul guadagno finale. Dunque, tieni conto di questa “tassa” da contribuire al sito.
  2. Alcune funzioni sono a pagamento. Un profilo standard non ti consentirà, ad esempio, di fare un’offerta privata. Valuta se è conveniente passare ad un abbonamento fisso.

Specie in questo periodo storico è probabile che i freelancer debbano lavorare da casa. Questo però consente loro di aumentare il numero di clienti che possono aiutare. Vorresti qualche suggerimento? Prova a leggere questi articoli

Tu hai mai provato a trovare lavoro online? Quali sono le tecniche che hai utilizzato?

Raccontacele in un commento: potrebbe essere utile a moltissimi lettori!

Post correlati
SoldiVita

Come è nato il Black Friday?

L’ultimo giovedì di novembre, negli Stati Uniti, è il giorno del Ringraziamento. Messi da parte…
Leggi di più
Soldi

Cosa acquisteremo per il Black Friday Amazon 2020?

Il Black Friday Amazon 2020 si sta avvicinando. Abbiamo parlato in due diversi articoli di questa…
Leggi di più
Soldi

I migliori portafogli per bitcoin: inizia ora ad investire!

Le criptovalute sono diventate davvero popolari nel corso degli ultimi dieci anni. Alcuni analisti…
Leggi di più
Newsletter
Iscrivetevi alla nostra newsletter

Iscriviti alle nostre pubblicazioni e ottieni i migliori articoli per l'ispirazione. Una volta ogni 2 settimane e senza spam!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *