SaluteSport

Quale polso mentre corre fa bene alla salute

In precedenza abbiamo scritto su come correre per perdere peso e oggi parleremo di indicatori del polso quando corri, che ti consentono di migliorare la salute e non danneggiare il corpo.

In una persona non allenata, il polso quando corre può aumentare a 180 o anche 220 battiti al minuto. Ma la frequenza cardiaca più adatta quando corre è di 120-140 battiti al minuto. A volte devi camminare un po’ prima di iniziare a correre, anche con una corsa leggera. Ma questo è necessario per non danneggiare il cuore. Sarà noioso, richiederà pazienza, ma aiuterà a migliorare il muscolo cardiaco e non rovinarlo.

Funzione cardiaca quando si corre

Il cuore è un muscolo che pompa il sangue su tutto il corpo. L’attività fisica aiuta a rafforzarlo in modo che il cuore batta uniformemente e gli organi siano saturi di ossigeno senza interruzione. Sfortunatamente, spesso sottovalutiamo il rafforzamento del cuore. Ci sono persone che trascorrono molto tempo sul corsetto muscolare del corpo, aumentano i bicipiti, i tricipiti, rafforzano l’addome, ma dimenticano il cuore.

Un cuore forte fa meno sforzi per pompare una certa quantità di sangue. Non si stanca così rapidamente, quindi una persona allenata può facilmente tollerare l’attività fisica. Se il polso accelera in uno stato di riposo, ciò indica che ci sono placche aterosclerotiche sulle pareti dei vasi, che contengono colesterolo cattivo o che i vasi hanno perso la loro elasticità. Ciò significa che devono essere gradualmente rafforzati con l’aiuto di esercizi fisici.

Nelle persone che conducono uno stile di vita sedentario, la funzione del sistema cardiovascolare può essere ridotta venti volte. Gli esercizi aerobici portano ad una maggiore elasticità dei vasi sanguigni, aumentano la circolazione sanguigna e migliorano la salute umana.

Il polso quando si corre

La corsa aerobica è caratterizzata dal fatto che al corridore non manca ossigeno durante quando corre. Non appena inizia a farsi sentire una carenza di ossigeno, la corsa passa allo stadio privo di ossigeno.

La corsa anaerobica è una corsa in cui il corpo sperimenta una mancanza di ossigeno. Di conseguenza si verifica l’acidificazione. Gli atleti hanno bisogno di questo stadio per aumentare il livello di stress.

via GIPHY

Gli atleti praticano la corsa anaerobica, ma non per molto, per aumentare il carico fisico in futuro. Ma per rafforzare il corpo è necessaria la corsa aerobica. Sviluppa resistenza e non provoca sovrallenamento.

Come fai a sapere se sei passato a una zona priva di ossigeno ed è tempo di ridurre il carico? Sottrai da 180 la tua età. Se sei stato malato o ferito non molto tempo fa, sottrai altri dieci. Se hai una malattia broncopolmonare, fai una lunga pausa dall’attività fisica o hai recentemente avuto infezione acuta delle alte vie respiratorie, raffreddore, sottrai altri cinque. Se ti sei allenato regolarmente almeno quattro volte a settimana negli ultimi due anni e non sei stato malato, usa la formula 180 – età in anni. Se hai progredito in due anni di allenamento, puoi aggiungere 5 al valore ottenuto. In questo modo, è possibile calcolare il limite del polso durante la corsa per andare nella zona anaerobica.

Una bassa frequenza cardiaca durante la corsa aiuta a rafforzare il sistema cardiovascolare, aumentare la resistenza generale, diventare più forte e prepararsi per un maggiore sforzo fisico. Se corri ad alta frequenza cardiaca nelle prime fasi, non solo non rafforzerai il tuo cuore, ma peggiorerai anche il suo stato.

Il polso basso è la chiave del successo

Accetta che non otterrai risultati elevati nel primo allenamento. Anche se i tuoi muscoli sono pronti a sopportare il carico e l’alta velocità della corsa, questo non significa che il tuo cuore sia pronto per farlo. È improbabile che tu le abbia prestato la dovuta attenzione durante il rafforzamento delle braccia, delle gambe o dell’addome. Sì, sarà noioso e richiederà pazienza. È possibile che cammini solo 5 kilometri all’ora. E più di una volta penserai di lasciare tutto. Tuttavia, se il tuo obiettivo è essere sano, forte, resistente, raggiungere i risultati stabiliti e non rovinare il sistema cardiovascolare, dovrai acquistare un dispositivo per misurare il polso durante la corsa e controllarne il livello. In media dovrebbero essere 120-140 battiti al minuto Quando scoprite che con l’aumentare della velocità, il polso rimane allo stesso livello, è possibile aumentare leggermente il carico.

Quale polso mentre corre fa bene alla salute

È meglio iniziare con tre allenamenti a settimana. La sua durata non deve superare i trenta minuti. Se il polso aumenta troppo quando si corre, anche se si corre leggermente, in media 140 battiti al minuto, andare a passo veloce. Prova la marcia atletica. E dopo una settimana di esercizi regolari, passa alla corsa leggera. Dopo, tra una settimana, aumentare il tempo di 10 minuti. I dati fisici iniziali e la regolarità degli allenamenti svolgono un ruolo importante nel raggiungimento del risultato. Se hai intenzione di correre in modo irregolare, non aspettarti un risultato rapido.

E tu sai a quale polso corri? Se l’articolo ti è stato utile, condividerlo sui social media.

Post correlati
Salute

Quattro regole per costruire o conservare la muscolatura

Ogni volta che respiriamo, mangiamo, sorridiamo o camminiamo attiviamo enormi porzioni della nostra…
Leggi di più
Salute

Borse e occhiaie? Cinque cause e metodi per eliminarle

A chi non è mai capitato di svegliarsi con gli occhi gonfi o cerchiati? Di solito si identifica la…
Leggi di più
BambiniSalute

Vaccinazione infantile: pro, contro e falsi miti

Intensi processi di vaccinazione infantile e non hanno eradicato o reso molto gestibili malattie…
Leggi di più
Newsletter
Iscrivetevi alla nostra newsletter

Iscriviti alle nostre pubblicazioni e ottieni i migliori articoli per l'ispirazione. Una volta ogni 2 settimane e senza spam!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *