Vita

QAnon: la teoria del complotto tutta statunitense

Quando abbiamo parlato del complotto dell’adrenocromo abbiamo anche accennato alla teoria del complotto QAnon. Il piano venne esposto su 4chan, una delle community online più vicine alle tesi cospirazioniste. 

Come abbiamo fatto l’ultima volta cercheremo di smantellare questa tesi parte per parte! 

Cos’è QAnon

E’ il 2016, pochi mesi dopo l’elezione del presidente Trump. Su 4chan, un sito di community spesso orientate all’estrema destra, un utente di nome Q scrive di aver avuto una notizia eccezionale. Un gruppo di potenti legati al Partito Democratico sta cercando di scalzare il neo-presidente a nome dei “poteri forti”, o Deep State

Perché questo nome? Q è il massimo livello di segretezza garantito dal Governo americano agli informatori. Sembra quindi che l’utente sia parte di una rete governativa o dei servizi segreti. QAnon è dunque la teoria di cui è venuto a conoscenza.

QAnon

Cos’è la cospirazione del Deep State

Quelli che certi politici italiani chiamano “poteri forti” negli Stati Uniti sono chiamati “Deep State”, cioè “Stato Sotterraneo”. Sono organizzazioni di vario genere, spesso criminali: 

  • Banche e banchieri
  • Lobby farmaceutiche
  • Lobby che mirano alla distruzione dell’identità sessuale, religiosa o nazionale di un popolo
  • Satanisti
  • Sfruttatori di bambini e pedofili: in particolare, queste sette estrarrebbero l’adrenocromo, una molecola dell’eterna giovinezza presente nel sangue dei più piccoli.

Ovviamente, nessuna di queste organizzazioni è mai stata individuata o imputata di alcun reato. Dunque, la teoria del complotto che vuole il Deep State alla guida del Nuovo Ordine Mondiale non è che una falsità politica. 

QAnons, Grande Risveglio e patriots

I seguaci del misterioso utente Q si sono autodefiniti QAnons. Predicano il Grande Risveglio: cioè l’idea che la popolazione si accorga del complotto e si svegli dalle menzogne raccontate dal Deep State per nascondersi. Chi sostiene queste teorie e ritiene che la democrazia americana sia in pericolo è definito “patriot”, patriota. 

Chi è finito nelle accuse di Q 

Q ha iniziato a riferire notizie sempre più vaghe e criptiche. Ovviamente gli utenti hanno creato personali interpretazioni delle sue parole. In ogni caso, un gran numero di politici e personaggi pubblici americani e non è finito nelle accuse dell’utente: 

  • Barack Obama, accusato di essere a capo di una congregazione satanista
  • La moglie ed ex first lady Michelle Obama, accusata di essere un uomo travestito
  • Hillary Clinton, accusata di aver tramato con questa e l’altra lobby per vincere le elezioni
  • Le cantanti Lady Gaga e Madonna, accusate di usare sangue di bambino per rimanere giovani
  • Gli attori Tom Hanks e Johnny Depp, anche loro accusati di far parte di comitive sataniste e sfruttatrici
  • L’imprenditore George Soros, testa di ponte con i Sionisti di Israele 
  • La cancelliera Angela Merkel, che potrebbe essere la nipote di Adolf Hitler
QAnon

Di nuovo: nessuno di questi personaggi è mai stato accusato o condannato per simili reati. 

La reazione del Presidente e di Mike Pence

Nel corso della presidenza, Trump ha retwittato molte volte i link di Q e dei suoi seguaci. Dando visibilità alle loro teorie ha influito inevitabilmente sulla loro diffusione. Non è una novità che al presidente americano piacciano teorie della cospirazione e complotti, specie quelli che ne difendono l’attività. 

Il suo vicepresidente Mike Pence ha avuto una reazione più dura. Ha più volte condannato chi diffonde fake news e teoria del complotto, ritenendole dannose per la democrazia. 

Perché la cospirazione QAnon ha avuto tanto successo

Il successo di teorie del complotto sempre più articolate dipende da tantissimi fattori. Sarebbe molto difficile analizzarli uno ad uno. 

  1. Il mondo occidentale ha una scarsa considerazione della conoscenza scientifica. Con sempre meno persone interessate realmente a questi temi, cala il livello di analisi possibile. E da quel calo dipendono sempre più convinzioni fantasiose. 
  2. I social amplificano l’idea di pochi e la fanno arrivare a molti. Internet e il Web non sono malvagi in quanto tale. Ma sono uno strumento prezioso anche per chi guadagna dalla diffusione di falsità e calunnie. 
  3. Il mondo complesso del XXI secolo è difficile da spiegare. Servirebbero decine di competenze specifiche per spiegare ogni cosa, specie in fatto di politica! Una teoria semplice permette di dare una spiegazione veloce ad ogni mistero. Le fake news, essenzialmente, si basano su questo. 
  4. Q è stato in grado di creare una sorta di gioco di ruolo tra gli utenti. Fornendo piccoli indizi li invoglia ad indagare e metterli in connessione. Sarebbe un esercizio enigmistico straordinario: peccato che sia basato su affermazioni false! 

Tu avevi mai sentito parlare di Q o della cospirazione QAnon? Scrivicelo in un commento! 

Post correlati
QuarantenaVita

10 domande sul nuovo DPCM di Natale

Il Covid-19 sembra aver dato un po’ di tregua sia ai cittadini che alle strutture sanitarie…
Leggi di più
Vita

Perché perdiamo le amicizie invecchiando?

Invecchiando e crescendo perdiamo le amicizie, anche quelle su cui abbiamo sempre fatto affidamento.
Leggi di più
SaluteVita

Qualche idea per superare la tristezza

La tristezza è un sentimento che prima o poi tocca davvero tutti, per le più disparate ragioni.
Leggi di più
Newsletter
Iscrivetevi alla nostra newsletter

Iscriviti alle nostre pubblicazioni e ottieni i migliori articoli per l'ispirazione. Una volta ogni 2 settimane e senza spam!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.