Cibo

Voglia di giardinaggio? Coltiviamo le erbe aromatiche sul terrazzo

Le erbe aromatiche sono tra gli ingredienti più versatili in cucina. Con poche foglie è possibile dare un sapore nuovo ai piatti o aiutare a smorzarne le note meno apprezzabili. Le spezie e le erbe possono anche introdurti anche alla cucina vegetariana, vegana, etnica. Coltivare le erbe aromatiche sul terrazzo è davvero facile: con pochi gesti e cure avrai un bellissimo orto sempre a disposizione.

Vediamo insieme come coltivare le erbe aromatiche in vaso!

Vaso e terreno per coltivare le erbe aromatiche

Tutte le erbe aromatiche hanno bisogno di un terreno molto ben drenato e che non trattenga troppa acqua. Per ottenere questo effetto sarà necessario:

  • Acquistare vasi forati sul fondo (oppure bucare la plastica con un punteruolo)
  • Riempirli per un quarto di sabbia o ghiaia, che permetta all’acqua in eccesso di scolare
  • Usare terriccio o un mix di terra e compost per riempire il resto del vaso

Le erbe aromatiche non hanno bisogno di moltissime cure dopo il trapianto: basterà poca acqua e una leggera esposizione al sole, senza aggiunta di fertilizzanti. Molte erbe sono perenni: in inverno sembreranno morire ma torneranno forti e belle con la primavera. Se la pianta ti sembra appassita prova ad innaffiarla più regolarmente: almeno una volta al giorno, se posizionata all’esterno in estate.

Ricordati di sistemare le piantine più alte al centro dei vasi e quelle rampicanti all’esterno. Attenzione a melissa e menta: crescono molto rapidamente. Probabilmente avranno bisogno di un vaso a parte per non soffocare le altre piantine.

erbe aromatiche

Gli abbinamenti in cucina: i classici italiani

Le erbe aromatiche vengono da sempre usate nella cucina italiana. Iniziamo a parlare proprio di queste piante più diffuse:

  • Basilico: fresco e profumatissimo, il basilico è alla base della preparazione del pesto alla genovese. È perfetto con tutti i sughi freschi di pomodoro, per le focacce e la pizza. Attenzione a non riscaldarlo, perchè le foglie diventano nere facilmente. Meglio spezzettarlo a mano e aggiungerlo a fuoco spento alla preparazione.
  • Salvia: la salvia è un antibatterico e uno sbiancante naturale. Si abbina splendidamente con la carne, con il profumo di limone e nei condimenti al burro per la pasta fresca.
  • Timo: il timo è un’erba aromatica ideale per i secondi dal sapore più deciso. Dà il meglio di sè con i funghi, i legumi come i ceci e i fagioli e i secondi di carne rossa o bianca.
  • Alloro: l’alloro viene utilizzato per molti secondi di carne, specie a base di selvaggina. Il suo sapore deciso può aiutare a smorzare il sapore troppo forte di frattaglie, agnello, coniglio, pecora, cinghiale.

Coltiviamo le erbe aromatiche sul terrazzo

  • Origano: l’origano è un classico per chi ama la pizza e le focacce. Viene raccolto quando fiorisce e fatto seccare per essere conservato in vasi vetro. Ne basta una spolverata su una semplice marinara o un pane bianco per conferirgli molto carattere.
  • Prezzemolo: forse il prezzemolo è l’erba aromatica in assoluto più versatile. Si accompagna ai primi in bianco e con il pesce o i molluschi, insaporisce il pesce al forno, esalta funghi trifolati, patate bollite e tutte le zuppe. Il suo sapore fresco può aiutare a rendere più piacevole un piatto piuttosto ricco di olio.
  • Rosmarino: chi può rinunciare a qualche ago di rosmarino nelle patate al forno o sul pollo arrosto? Perfetto con tutte le carni e le preparazioni con lunghe cotture, non fa eccezione con i legumi (ceci, lenticchie, fagioli stufati).

via GIPHY

Erbe aromatiche e cucina esotica

Ti piace la cucina esotica? Allora sicuramente avrai bisogno di qualche spezia ed erba aromatica particolare per ricreare quel sapore unico.

L’aneto è un classico della cucina nord-europea. Il suo abbinamento più famoso è con il salmone, in una marinatura o in una salsa. Il suo sapore vagamente balsamico e freschissimo sgrassa il pesce. Puoi provarlo anche con quelli di lago e di fiume, come la tinca e la trota.

Il coriandolo è acerrimo nemico anche dei cuochi più esperti. Le foglie sono simili a quelle del prezzemolo, ma il suo profumo e il sapore sono molto pungenti. È molto usato nella cucina indiana, medio-orientale, del Sud-Est asiatico e del centro Europa.

Dragoncello e cerfoglio sono sinonimi di cucina francese. Usati prevalentemente nelle salse (come la Bernese o la Tartara) accompagnano ottimamente pollame, selvaggina, rane, lumache, uova e formaggi.

erbe aromatiche

Torniamo in India e nel Sud-Est asiatico per parlare del lemongrass. Questa erba aromatica ha un intensissimo profumo di limone, quasi balsamico. È uno dei capisaldi della cucina thai, vietnamita ed indiana e si accompagna di solito con noodles al pollo e verdure o curry di carne, pesce o legumi.

Qual è la ricetta a base di erbe aromatiche che preferisci? Hai già provato a coltivarle sul davanzale e vorresti dare qualche consiglio agli altri lettori? Scrivi un commento per raccontarci le tue ricette più riuscite!

Post correlati
Cibo

4 modi per cuocere il riso in modo perfetto

Quanti piatti si possono preparare con il riso! Da cremosi risotti di ogni genere…
Leggi di più
Cibo

Le migliori zuppe autunnali per scoprire nuove ricette

Quale delle tante ricette autunnali è confortante come la zuppa? Calda e saporita ci riscalda e ci…
Leggi di più
Cibo

Verdure e spezie autunnali per arricchire la tua dieta

Consumare verdure di stagione è un metodo davvero eccezionale per curare la dieta. In più…
Leggi di più
Newsletter
Iscrivetevi alla nostra newsletter

Iscriviti alle nostre pubblicazioni e ottieni i migliori articoli per l'ispirazione. Una volta ogni 2 settimane e senza spam!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *