Finita la commedia

Cosa succede con gli account nei social network alla morte del titolare?

Provate a immaginare di avere la possibilità di sapere come vivevano i vostri bisnonni e bisnonne, quali erano i loro interessi, dove andavano e con chi parlavano. Vi fareste indubbiamente un’altra opinione di loro. I nostri pronipoti avranno questa possibilità. Dove vanno a finire dopo la morte gli account sui social network, sui quali passiamo gran parte del nostro tempo in vita?

Facebook attribuisce uno status alla memoria

Per evitare eccessi imprevisti, Facebook raccomanda per tempo di indicare i propri desideri. Sarà sufficiente indicare nelle impostazioni i dati delle persone che avranno accesso al vostro account in futuro. Questa persona non può leggere i vostri messaggi, eliminare i post, ma avrà la possibilità di aggiungerne di nuovi. Se la morte arriva improvvisa, gli scenari possibili sono i seguenti:

Cosa succede con gli account nei social network alla morte del titolare?
  • Un parente può eliminare la vostra pagina a condizione che dimostri la morte e la parentela con dei documenti.
  • Inoltre, gli eredi possono installare uno “status alla memoria”. Per farlo, la parentela e la morte devono sempre essere dimostrate con documenti. La pagina resta immutata, ma il gestore dell’account può pubblicare nuove foto, fare sondaggi tra gli amici e pubblicare post. Sulla pagina compare la scritta Remembering.

Twitter non è tutelato dal “craccaggio”

L’account in Twitter può essere “craccato” da  messaggi spam. In quel caso inizieranno a comparire diversi post a vostro nome. L’unica cosa che si può fare è eliminare l’account. Lo possono fare i parenti stretti. Oppure si può lasciare l’account immutato, sperando che non lo tocchino.

Google realizza l’ultimo desiderio

Nell’account Google si può impostare un periodo di inattività. Se per lungo tempo non sarete online, Google vi invierà una comunicazione relativa al termine del periodo di inattività. È possibile impostarlo nelle impostazioni e indicare anche i nomi degli eredi della pagina, fino a un massimo di 10 persone. Se non reagirete al messaggio, nel corso di qualche giorno Google realizzerà i vostri ultimi desideri che potrete registrare per tempo.

Instagram trasforma l’account in una galleria commemorativa

Cosa succede con gli account nei social network alla morte del titolare?

La vostra pagina rimane immutata come prima della morte. Le fotografie e i post possono raccontare molto della vostra vita ai postumi. I parenti possono richiedere l’eliminazione dell’account. Ma per farlo dovranno dimostrare la parentela e la morte.

Previsioni per il futuro

Il numero di utenti deceduti aumenta di anno in anno. Un giorno saranno di più dei vivi. È molto probabile che la cosa porti alla creazione di interi necrologi nella rete e che compaiano delle norme che li regolamentino.

Cosa succede con gli account nei social network alla morte del titolare?

Questo cosa ci dice? Significa che l’anima digitale continua a vivere anche dopo la morte? Esistono tecnologie che caricano tutte le informazioni di un uomo, le analizzano e creano una copia della sua coscienza online. Questa “copia” può pensare. Con lei si può comunicare, chiedere consigli.

Queste tecnologie ci danno la possibilità di comunicare con i nostri parenti defunti, imparare dagli studiosi famosi. Ma solo in teoria. A cosa può portare nella pratica non ci è noto. Solo ieri gli studiosi hanno dimostrato che non è possibile restare legati al passato mentre oggi si guarda con assoluta serietà alla comunicazione con i parenti defunti.

Post correlati
Finita la commedia

Esperienze pre morte: 9 persone ci raccontano la loro storia

Chi non l’ha mai provato non può davvero capire cosa si senta quando si ha…
Leggi di più
Newsletter
Iscrivetevi alla nostra newsletter

Iscriviti alle nostre pubblicazioni e ottieni i migliori articoli per l'ispirazione. Una volta ogni 2 settimane e senza spam!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *