ImmobiliareSoldi

Bonus casa 2020: tutto quello che c’è da sapere

Per aiutare cittadini ed imprese dopo la crisi Coronavirus, il Governo Italiano ha varato un pacchetto di stanziamenti fiscali. Uno dei più interessanti è indubbiamente il bonus casa 2020. Con questo incentivo fiscale per le ristrutturazioni è possibile scontare di moltissimo il prezzo delle migliorie edili. 

I cavilli sono però molti. Vediamo insieme quali sono le informazioni essenziali per capire se il bonus ristrutturazioni 2020 fa per il tuo caso! 

Gli incentivi per l’edilizia

Sono non meno di 10 anni che in Italia vengono annualmente promossi bonus ed incentivi fiscali per le ristrutturazioni. In particolare vengono sempre valorizzate le scelte ecologiche e quelle antisismiche. Approfittare di questi bonus edilizi permette di ridurre di molto i costi, spesso esosi, di queste ristrutturazioni. 

Normalmente, le ristrutturazioni subiscono un bonus pari al 50% del proprio prezzo. Per tutti gli interventi eseguiti fino a fine 2020 sarà possibile accedere a questo incentivo. 

Attualmente è però in vigore un secondo bonus ristrutturazioni 2020, pari al 110% del valore dei lavori. E’ però riservato alle migliorie di natura ecologica e antisismiche. La legge che spiega tutti i dettagli è l’articolo 110 del DL 10/05/2020, n.34. 

bonus casa 2020

Bonus casa 2020: l’incentivo ordinario

Con il bonus ristrutturazioni 2020 al 50% è possibile dedurre metà dell’Irpef dal costo dei lavori. Il massimo dell’importo scontato è pari a 96.000 euro. L’immobile deve essere già esistente e venire impiegato a scopo residenziale. Si può applicare sia ad immobili privati che ai condomini, con una divisione in millesimi. 

Contestualmente, si può approfittare dello stesso bonus del 50% anche sull’acquisto di grandi elettrodomestici con classe superiore ad A+, cioè i più ecologici. 

Lo stesso vale per i condizionatori. Per il loro costo è possibile dedurre tra il 50% e il 110% dell’importo a seconda del tipo di macchina scelta e del metodo di installazione.

Ecco per quali tipi di interventi è possibile richiedere il bonus nei condomini: 

  • Riparazione, rinnovamento o cambiamento delle finiture
  • Mantenimento degli impianti esistenti
  • Sostituzione di pavimenti, infissi o finestre
  • Tinteggiatura di pareti interne, esterne e porte dei garage
  • Intonaci, impermeabilizzazioni dei tetti e dei terrazzi
  • Installazione o rinnovamento di ascensori e scale
  • Modifica dei servizi igienici
  • Migliorie su finestre ed infissi per migliorare la coibentazione
  • Qualsiasi miglioria di natura ecologica e per il risparmio energetico
  • Eliminazione o prevenzione dei contesti di degrado
  • Modifiche delle facciate
  • Realizzazione di balconi, terrazzi o mansarde
  • Aperture di nuove porte e finestre per migliorare l’aerazione
  • Ricostruzione o consolidamento degli immobili danneggiati da calamità
  • Eliminazione delle barriere architettoniche
  • Applicazione di strumenti per la sicurezza (porte blindate, grate, serrature, vetri antisfondamento, sistemi di vigilanza o allarme, eccetera)
  • Rilevatori di fumo e impianti anti-incendio
  • Impianti fotovoltaici 
  • Bonifica dall’amianto

Bonus casa 2020: le migliorie ecologiche al 110%

Diverso è il caso per le migliorie che mirano ad ottimizzare i consumi di energia. Potremmo dividerle in due categorie: gli interventi di coibentazione e l’installazione degli impianti. 

bonus casa 2020

La coibentazione è l’insieme di misure atte ad evitare la dispersione termica. Si può applicare a pareti, tetti e finestre. 

  • Tetti: serve isolarli dall’acqua piovana ma consentire la fuoriuscita del vapore, per evitare che si formino muffe
  • Muri e pareti: tra gli strati del muro vengono inseriti materiali isolanti (lana di vetro, vetro liquido, canapa, sughero, a seconda delle esigenze dell’edificio)
  • Finestre: finestre perfettamente ermetiche, con più strati isolanti, evitano che il calore o la frescura escano dalla casa. Possono essere ulteriormente isolate con tende e tendaggi da sole che schermino dai raggi solari. 

La coibentazione consente di ridurre i consumi (perchè gli impianti dovranno lavorare meno ore per mantenere la casa calda o fresca), oltre che gli sprechi energetici. Inoltre, la coibentazione ha come “effetto collaterale” di isolare anche dal rumore esterno. 

Per tutte le misure di isolamento il rimborso è pari al 110% per un massimo di 60.000 euro. 

L’installazione degli impianti prevede la scelta di macchine e opere che limitino la dispersione energetica. Il bonus casa 2020 vale per: 

  • Condizionatori, climatizzatori e deumidificatori
  • Caldaie ecologiche a condensazione (a metano o gas naturale)
  • Boiler, scaldacqua e scaldabagno
  • Fotovoltaico e geotermico

Per le installazioni il bonus è del 110% per un massimo di 30.000 euro. 

Sisma bonus

E’ stato varato per il 2020 anche un incentivo per la riqualificazione degli edifici in zone sismiche. Migliorandone la tenuta, in caso di terremoti, sarà meno probabile che gli edifici si danneggino gravemente e che i danni causino vittime. 

via GIPHY

Il bonus sisma è pari al 110% per tutti gli interventi su edifici posti in zona sismica 1, 2 o 3. 

Ecco qui: questa è la panoramica sugli incentivi per i bonus ristrutturazione 2020. Speriamo possa esserti utile! 

Tu hai già deciso se approfittarne? Condividi l’articolo e lasciaci un commento!

Post correlati
SoldiVita

Come è nato il Black Friday?

L’ultimo giovedì di novembre, negli Stati Uniti, è il giorno del Ringraziamento. Messi da parte…
Leggi di più
Soldi

Cosa acquisteremo per il Black Friday Amazon 2020?

Il Black Friday Amazon 2020 si sta avvicinando. Abbiamo parlato in due diversi articoli di questa…
Leggi di più
Soldi

I migliori portafogli per bitcoin: inizia ora ad investire!

Le criptovalute sono diventate davvero popolari nel corso degli ultimi dieci anni. Alcuni analisti…
Leggi di più
Newsletter
Iscrivetevi alla nostra newsletter

Iscriviti alle nostre pubblicazioni e ottieni i migliori articoli per l'ispirazione. Una volta ogni 2 settimane e senza spam!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.